Prodotti Speciali

I Biocarburanti e i Biocombustibili

BIOCARBURANTI

CARBURANTE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E-10

Il BSP BIO E-10 è un carburante a basso impatto ambientale, composto da benzina verde 95 e può contenere fino al 10% di Bioetanolo sostenibile certificato a norma di legge.

Utilizzato come carburante di riferimento dalla Case Costruttrici, non sono necessarie modifiche alla carburazione per il suo utilizzo.

L’uso di questo carburante, grazie all’ossigeno presente, garantisce un abbattimento delle temperature, da prontezza al motore e fluidità di marcia.

Riduce fino al 20% l’emissione degli agenti inquinanti soprattutto per quello che concerne il CO2 (anidride carbonica ritenuta responsabile dell’effetto serra).

Il prodotto è venduto in fusti e sfuso in autocisterna (su preventivo).

Si effettuano consegne di prodotto sfuso in tutta Italia. Per richiedere un preventivo, si prega di inviare un’email a info@magigas.it o a stefano.stoppioni@magigas.it indicando la quantità richiesta e l’indirizzo di consegna.
Oppure telefonare allo 0573.47.96.66

Scheda tecnica del BSP BIO E-10

Per acquistare il prodotto in fusti

ADDITIVO D7

Negli ultimi anni, MAGIGAS è stata l’azienda in Italia – e probabilmente in Europa – più attiva nello studio dei carburanti a base di bio-etanolo spingendo in avanti la ricerca e realizzando una serie di prodotti incredibilmente performanti con i quali è stata data vita a campionati e trofei automobilistici.

Attraverso il sito dedicato www.extremecompetition.it è possibile conoscere ed acquistare l’ampia gamma di prodotti specifici per il mondo della competizione.

Ed è proprio da questa esperienza maturata sui campi gara, dalla ricerca e dall’applicazione di questi anni che è nato un nuovo additivo, assolutamente rivoluzionario, capace, in pochi giorni dalla sua presentazione, di far parlare di sé i media, le amministrazioni locali e tutta l’opinione pubblica per le incredibili potenzialità che ha già mostrato nella lotta all’inquinamento delle nostre città.

Il nuovo additivo D7 prende le sue origini e la sua forza dal Bioetanolo. Miscelato al normale Gasolio da autotrazione, restituisce nuova vita ai vecchi motori Diesel abbattendone in larga parte tutti i fattori inquinanti.

Definitivamente convinta dai risultati ottenuti nelle prove al banco svoltesi presso il Centro Ricerche della Commissione Europea JRC di Ispra (Va), la Regione Veneto, con un conferenza stampa indetta il 4 febbraio u.s., ha reso noto il finanziamento di una sperimentazione “sul campo” denominata CLEAN VENICE che ha come obiettivo principale, proprio attraverso l’utilizzo del D7 su tutta la flotta dei mezzi ACTV operanti a Lido di Venezia e dedicati al trasporto pubblico (su gomma), l’abbattimento nell’atmosfera delle polveri sottili (i così detti PM10) ma anche dell’anidride carbonica, degli ossidi di azoto e degli idrocarburi incombusti.

La durata della sperimentazione a Lido di Venezia abbraccerà un arco temporale che avrà significative variazioni climatiche e proprio per questo ancor più valido da un punto di vista scientifico. I controlli sulle emissioni saranno effettuati con apparecchiature mobili che verranno posizionate sui mezzi stessi, in modo da permettere un monitoraggio costante in tutte le situazioni operative.

Magigas D7 è un prodotto che permette di dare un contributo significativo al miglioramento dell’aria che respiriamo.

 

BIOETANOLO

Il Bioetanolo è un alcool (etanolo o alcool etilico) di origine agricola ottenuto mediante un processo di fermentazione di prodotti ricchi di carboidrati e zuccheri; il bilancio dell’ANIDRIDE CARBONICA, fra quella emessa dal veicolo e quella imprigionata dalla pianta durante la sua crescita, è NULLO e pertanto la sua combustione contribuisce a non incrementare l’Effetto Serra.
Per prevenire e superare le critiche che oggi gravano sui carburanti verdi derivati dai cereali e in attesa che nuovi procedimenti chimici permettano di sfruttare in maniera industriale (conveniente e rapida), tutte le biomasse di tipo cellulosico (ancora oggi inutilizzate), Magigas preleva la sua materia prima (alcol etilico) dagli scarti derivanti dalla produzione di vino e grappa, acquistando tutto quell’alcool che per vari motivi non può essere impiegato nelle suddette filiere.
Il Bio-Etanolo Magigas è pertanto assolutamente di origine NO-FOOD/ NON ALIMENTARE.

UN NUOVO CARBURANTE 100% VEGETALE: E inoltre allo studio un nuovo e rivoluzionario carburante di origine 100% vegetale capace di alimentare, senza porre alcuna modifica né alla centralina né a serbatoio, condotti e valvole motore, tutte le vetture oggi alimentate a benzina.

Il nuovo combustibile – ancora in fase di studio – non prevede alcun elemento minerale ma soltanto bio-etanolo insieme ad altri additivi – sempre di origine vegetale – capaci di rendere possibile il suo utilizzo sulle normali vetture di serie senza bisogno alcuno di quelle modifiche sopra accennate e normalmente previste con l’impiego di qualsiasi dei prodotti attualmente in commercio in ogni parte del mondo che abbiano una base di bio-etanolo superiore al 10-15%. Unica eccezione a questa regola è il Bio Racing Fuel (sempre Magigas), ma tale risultato è stato ottenuto grazie all’impiego di additivi di origine minerale.

 

 

BIORACINGFUEL, IL PRIMO CARBURANTE ECOLOGICO SPORTIVO IN EUROPA.

I laboratori del settore sportivo Magigas, già da diversi anni hanno messo a punto un carburante speciale da competizione la cui formulazione contiene più del 50% di biocarburante. Tale prodotto, presentato a Monza a Gennaio del 2007 è divenuto il carburante ufficiale utilizzato in diversi trofei ufficiali ed è stato il primo carburante ecologico ad essere utilizzato in gare di auto a ruote scoperte in Europa, con il patrocinio della FIA Alternative Energie Cup.

 

 

BIOETANOLO HOT FLAME

Bioetanolo denaturato di qualità italiana per biocamini senza canna fumaria.
Un prodotto pratico, utile, inodore e facile da usare. Disponibile in fustino da 5 litri. Acquistabile on-line sul nostro sito www.extremecompetition.it

 

 

BIOCOMBUSTIBILI:

OLIO VEGETALE: Magigas sta organizzando il proprio deposito fiscale di Pistoia per stoccare e commercializzare olio di origine vegetale.
Tale biocombustibile può essere ad esempio utilizzato per alimentare impianti di cogenerazione, in grado cosi’ di produrre energia elettrica e termica con emissioni ridotte e nel pieno rispetto degli standard previsti.
L’utilizzo di combustibili di questo tipo, non trattati chimicamente, permette il riconoscimento dei certificati verdi se impiegati in impianti per la produzione di energia elettrica e calore, con indubbi benefici anche di natura economica.

Fra gli oli vegetali utilizzati come biocombustibili sono da menzionare:
– Olio di colza
– Olio di girasole
– Olio di Palma
– Olio di Jatropha Curcas (“no food / non alimentare”)